Cos’è la Fondazione Obama?

Vi chiedo di credere. Non nella mia capacità di portare avanti cambiamenti, ma nella vostra.

Queste le parole che Barack Obama ha utilizzato per descrivere la sua fondazione, nata nel 2014 con lo scopo di portare una ventata di cambiamento nel mondo, attraverso la condivisione e l’impegno di tutti i cittadini. La Fondazione Obama si impegna, attraverso meeting, training days ed eventi di beneficienza, a cercare i giovani leader di domani, capaci di portare sulle loro spalle la grande responsabilità che la parola “cambiamento” comporta.

TOWNHALL EUROPE 2019

I futuri Leaders stanno già migliorando il Mondo.

In occasione della prima Town Hall Europe di Obama Foundation, Barack Obama ha invitato a Berlino i 300 leaders che stanno già migliorando il Mondo.

Berlino, 06 Aprile 2019 – Town Hall Europe

Si è svolta a Berlino, in una località rimasta segreta fino alla mattina stessa dell’evento, la prima Town Hall Europe di Obama Foundation.

Per l’occasione Barack Obama, 44° Presidente degli Stati Uniti d’America, ha invitato i 300 leaders del futuro, da 37 Paesi del Mondo diversi, che secondo lui e Michelle Obama “stanno già migliorando il Mondo”.

La delegazione Italiana è stata rappresentata da Anna Ascani, nella lista dei migliori 30 Under 30 per Forbes Europe nel 2016 e Vice Presidente del Partito Democratico, Jacopo Mele, Presidente di Fondazione HExMa e anche lui nella lista dei 30 Under 30 Forbes Europe nel 2016 e Valentino Magliaro, Founder di Humans to Humans, società di Corporate Activism italiana, e già tra i Civic Leader in occasione del primo Summit di Obama Foundation a Chicago, nel 2017.

“non aspettate che ci sia sempre un Barack Obama o una Michella Obama a dover cambiare il mondo!”

Questo uno dei tantissimi messaggi lanciati da Barack Obama ai ragazzi che hanno posto a lui molte domande su come poter aver un impatto ancor più forte per le comunità con le quali lavorano, ragazzi impegnate in tantissime realtà differenti, come ad esempio Marko Bregovìc, che in Croazia organizza festival dedicati alla sostenibilità con un target di giovani e giovanissimi, oppure le ragazze di Meet my Mama che da Parigi e in tutta Francia, danno la possibilità per tutte le persone che si sentono sole, di poter incontrarsi e cenare insieme a casa di un ospite, oppure la storia di Kriti Sharma, già tra i civic leader a Chicago, che con la sua organizzazione sta lavorando nel supportare le cause sociali, attraverso lo studio di dati e sfruttando le conoscenze in campo di Artificial Intelligence, con la casa reale londinese e Bill & Melinda Gates Foundation.

“Educate your communities on climate change and let them be active on social issues!”

Da Berlino risuona come un incentivo a far ancora di più di quanto diverse organizzazioni stanno già facendo, il messaggio di Barack Obama a ricordare quando fu lui a voler la firma su COP21 non basta, serve rendere le persone attive e agenti del cambiamento, dei veri Change Makers per le cause sociali. Le sole politiche attivate non bastano più.

Tra queste, un caso studio italiano di eccellenza è il programma YE4Y, lanciato dalla commissione ambiente e innovazione della FIDU, la Federazione Italiana per i Diritti Umani, presieduta da Claudia Laricchia, che si pone l’obiettivo di sensibilizzare in modo chiaro e univoco i giovani su tutti i temi che dal Climate Change alla food Innovation vengono toccati.